Perché credo in una Terra creata 6/7.000 anni fa #1


PRIMA PARTE: periodo scolastico

A scuola mi hanno sempre parlato di darwin, evoluzione, le scimmie, organismi monocellulati, big bang, dinosauri etc. Mi piacevano tanto i dinosauri e ci giocavo e sapevo la differenza tra il triceratopo e il t-rex e il brachiosauro e mi piaceva lo stegosauro!!!

In seguito a studi di fisica universitaria, scopro con piacere ricerche di Ilya Prigogine sui sistemi dissipativi, rifletto con il mio fratello preferito (kudo al suo intelletto) sul senso dei precetti della termodinamica, dei sistemi aperti e chiusi, su l’ipotesi di Gaia pianeta vivente, e sui misteri dell’energia e della materia scura (dark matter/energy). Affascinato rimango sconvolto riflettendo che la termodinamica è basata su tre IPOTESI forti e funzionanti, ma che rimangono postulati e non sono/possono essere dimostrati. Un po’ come la geometria di Euclide e il 5o postulato delle rette parallele.

La matematica mi ha sempre interessato, quindi quando ho scoperto che per provare a dimostrare il V postulato di Euclide, hanno provato prima a negarlo e vedere che conseguenze ottenessero, e da qui hanno trovato la geometria non-euclidea (la iperbolica e la ellittica). Il bello è che queste geometrie sono più “vere” di quella Euclidea, per cui in realtà nello spazio a distanza immensa i triangoli non hanno 180 gradi, in quanto la realtà piegata dalla gravità curva l’universo. Insomma scopri che fin da piccolo ti hanno detto “fregnacce” per semplificarti l’insegnamento.

Le chiamano bugie bianche “white lies” e sono un metodo pedagogico illustrato chiaramente nel motivo “intanto ti spiego semplicemente le cose, poi capirai meglio dove e quando sei arrivato che era più semplice così”. Detta anche scala di Wittgenstein.

es. vi ricordate il calcolo della velocità? Spazio fratto Tempo? Bene, arrivate in fisica I all’università e scoprite che era errato. ERRATO. Non dico semplificato, ma errato.

Lo spazio non si divide per il tempo, è matematica sbagliata, confusa, maledetta. In realtà si effettua qualcosa conosciuta come Derivata, la derivata della legge oraria, cioè considerando ogni istante la posizione di un oggetto, e riducendo a ZERO la differenza tra due istanti successivi, si ottiene la velocità. Questa “funziona” anche bene come rapporto Spazio su Tempo, ma non è corretto fisicamente, come non lo è la geometria Euclidea, che ben approssima la realtà, ma non la rappresenta al 100%. Bastava dirlo; una piccola appendice in 2a elementare, e sarei stato soddisfatto.

Cosa scopro quindi? Che come Babbo Natale, avete usato la mia credulità da giovane nel raccontarmi principi e idee “scientifiche”, certi che salita la scala non avrei guardato dietro, e avrei continuato a fidarmi di voi. Bene.

Ciononostante, continuo a credere che ci siano dei principi massimi, per cui quello che mi avete raccontato sarà stato certamente verificato, controllato, per millenni.

Credo nella terra 3d, che non sia piatta; Credo nell’evoluzione. Studio algoritmi genetici ad Ingegneria, e funzionano spaventosamente bene, per cui sono ben felice di sapere che lo strumento che utilizzo per risolvere sistemi e problemi sia basato su fatti naturali, evidenti e provati.

Ecco fermiamoci qui.

Leggete solo questo articolo su wikipedia. Poi chi ha voglia di proseguire, prosegua, io nel futuro scriverò nuovamente, ma ora sono solo disgustato.

https://it.wikipedia.org/wiki/Uomo_di_Piltdown

 

ps. se conoscevate già questa storia, allora possiamo parlare come vecchi amici che si trovano al bar, e discutono su i loro campioni di calcio.

Se non conoscevate questa storia (perchè non è l’unica), allora per un attimo riflettete chi sia davvero ad aver nascosto / celato tante informazioni che avrebbero potuto “destabilizzare” il processo di apprendimento delle vostre giovani menti.

Io ODIO l’oscurantismo, il “grande fratello” che mi protegge da nozioni troppo complicate o che potrebbero fare vacillare il mio pensiero, i libri messi all’indice, la censura “per il mio bene”. Ho letto per fortuna tanti libri non secretati su argomenti svariati, e grazie alla loro lettura mi son trovato a valutarli criticamente e decidere coscientemente che non erano logici / corretti / apprezzabili / capaci di essere fondamento del mio pensiero.

Advertisements

4 thoughts on “Perché credo in una Terra creata 6/7.000 anni fa #1

Give me Your 2 çents / Dimmi che ne pensi

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s