Il tempo di uno Snack


Ho centinaia di libri che mi guardano seduti sullo scaffale, e non ho tempo per loro.

Decine di film in attesa di mostrarmi il loro valore in 1.45h o massimo 2h, e diventano classici.

Amici che vorrei chiamare per sapere come stanno, che diventano genitori e nonni.

Perchè invece leggo battute su twitter, vedo solo serie tv da 20min, e sento via whatsup o sms i miei conoscenti?

Perchè è il tempo dello Snack!

Lo snack è la mia capacitá di concentrazione, la mia dedizione alle attivitá, il tempo che ho prima di passare al prossimo snack, la qualitá che mi è richiesta fornire, la bellezza dell’arte che pago, e la bontá del cibo che consumo.

È l’era dello snack, della pubblicitá intelligente, cioè i video virali su 9gag o su youtube, dei post da meno di una pagina, e delle battute da zapping o in meno di 140 caratteri.

Lo snack non è un prodotto, è una attitudine, e una volta abituato allo snack, non riesci più a dedicare il giusto tempo alle cose che meritano, come le amicizie, l’amore, anche il sesso, il pasto, la preghiera, l’arte, l’essere artigiano. 

Lo snack è musica a palla, ritmi incalzanti, luci che brillano, messaggi vuoti ma virali, sesso occasionale, battute forti o volgari, colori accesi sul viso, tatoo vistosi ed esposti, muscoli tirati, e libretti contenuti.

Addio allo snack significa ascoltare una melodia in 4 tempi, di almeno mezz’ora; sedersi allo spettacolo di danza della figlia e restare fino alla fine, quando terminano tutte le altre ragazze; leggere un libro di Tolstoj in meno di tre sedute; amare una donna tutto un pomeriggio, dalla passeggiata in riva al mare fino al thè della sera; giocare senza annoiarsi passati i 20 minuti.

Significa essere presenti a se stessi, agli altri, senza guardare facebook per un pò e concentrandosi a vivere qui e ora adesso, e non dopo nelle foto scattate e nei ricordi artefatti.

Parafrasando “L’uomo non ha un’anima, l’uomo è l’anima” direi che “la vita non è quella che racconti ai nipoti o posteri un giorno, la vita sei tu, adesso, in quella cosa bellissima e vera che stai facendo adesso senza fermarti mai, fino alla prossima vita

Buona vita, e addio agli snack.

One thought on “Il tempo di uno Snack

Give me Your 2 çents / Dimmi che ne pensi

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s