Ho tanti libri, ma non capisco lo stesso


Sono chiaramente un bibliofilo, amo passare ore e ore dentro una Feltrinelli, di ogni dimensione. All’estero amo trovare una Waterstone, o la grande libreria Kyobo a Seoul.

Libri e Pace

Sono felice di essere nato in questo periodo storico, perchè grazie alla coda lunga, alla logistica di amazon, alla ricerca istantanea di google, e ai dispositivi e-reader, ho accesso a un numero di libri, articoli, fumetti e giornali indescrivibile.

Questo è fantastico, ma non ha risolto il mio problema attuale: Come estraggo della conoscenza?

troppi libri

TROVARE

Fino ad ora ho imparato a trovare delle fonti di conoscenza, in quanto ho reso sempre più sofisticato il modo in cui seleziono le parole chiavi (keywords) da inserire in google, e ho imparato a comprendere la classificazione per generi della mia libreria di fiducia, e a leggere velocemente attraverso le pagine di un libro prima di comprarlo (skimming)

Questo non significa che posso fare delle domande ed ottenere delle risposte.
Questo significa che posso fare delle domande e ottenere dei risultati da analizzare in quasi-tempo reale.

ANALISI

Grazie al potere della interconnessione, posso cercare subito le recensioni dei pezzi che mi interessano, scrivere su un forum, e vedere cosa ne pensano altre persone, prima di iniziare uno studio. Purtroppo significa anche trovare dei post di blog sponsorizzati che non si rendono onesti.

Diciamo che il mio blogger di fiducia, o i miei amici sul forum, mi convincono a prendere quel libro, o articolo, o fumetto, cartaceo o su iPad. Ora posso leggerlo.

UTILIZZO

Mi trovo a leggere in corsa, tra una fermata di una metro, prima di una chiamata del capo per un lavoro importante, o nel mentre i bambini fanno la doccia, e a non riuscire a completare il pezzo sotto mano. Se non decido di leggere saltellando avanti e indietro quello che mi interessa.

Non mi deconcentro, non guardo su facebook le foto degli amici, o su youtube i gattini. Ok, forse vado spesso su 9gag, ma mi rilassa. Comunque, non mi deconcentro, è solo che il tempo che dedico alla lettura di un singolo pezzo, di un singolo argomento, è forse dieci volte più corta di quanto mi ricordo ai tempi delle scuole. Voglio dire chi si metterebbe a studiare un articolo di giornale oggi?

PERDITA

Non scrivo di certo una recensione, o un articolo, su quello che ho creduto di aver capito, e questo significa che non stabilizzo nel cervello un ricordo. Verrà spesso spazzato durante la notte nel processo di pulizia.

Quindi il tempo che ho dedicato a cercare, trovare, scegliere e leggere, finisce in un sogno particolare che non ricordo al mattino.

PROSSIMI PASSI

Fermati, [… respiro forte … respiro lento … respiro lento],  e prova a scrivere un paragrafo su un diario, su un giornale. Disegna uno scarabocchio su un tovagliolo, oppure racconta quello che hai capito a voce ad un amico.

Serve? ASSOLUTAMENTE!

E’ l’unico modo per non perdere tempo (ironia della sorte), e sfruttare quello che hai trovato.
Altrimenti saremo solo dei veloci corridori, e mai abili cacciatori.

cresci

Give me Your 2 çents / Dimmi che ne pensi

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s