La città dei cani: 1 minuto


Oggi pensavo e ripensavo a qualcosa che avevo provato a scrivere da qualche parte.

Senza umiltà mi autocito:

“Etica e morale:
Ogni giorno viviamo conflitti più o meno profondi. Quando devi scegliere se i dieci minuti passarli fotografando tua figlia o spingendo l’altalena, fai una scelta morale.
Anche se non te ne rendi conto.”


Effettivamente mi capita spesso di non avere quei piccoli 20 minuti per fare entrambe le cose.
E mi sembra di tradire la fiducia di mia figlia che è certa di poter giocare con me il sabato.
Oppure di distruggere il mio ego che vorrebbe giocare a fare il fotografo cantastorie.

Oggi nei dieci minuti di gioco ininterrotto da pianti, proteste, pannolini e faccende da weekend, sono riuscito a fare il gioco mio e il gioco suo.

Stasera poi appena addormentata, sono corso a continuare a giocare da solo e a regalare a voi e (soprattutto) a me stesso questa piccola favola che le ho raccontato.

È originale come solo una fiaba orale.
È veloce come una storia vera.
È bella come piace ad un bimbo.
È colorata come piace a me.

Si intitola DOG CITY, la città dei cani.

Buona visione.

la citta dei cani in vista dall'aereo

atterraggio

mi avvicino in macchina

notte: mi infiltro. Sono una spia

THE END.

“Titoli di coda”:

  • Regia mia.
  • Scritta con voi.
  • Pensata per lei..

Per i curiosi, metto qualche originale su facebook, tanto non si paga lo spazio occupato *-)

Give me Your 2 çents / Dimmi che ne pensi

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s