Finalmente a letto, in 4


after party
Soggetti: Lui, Lei. Breve comparsa anche di Giulia e Francesco.
Luogo: Camera da letto.
Tempo: Notte.
Piece
Lui: Non c’ho più sonno
Lei: Io sì, buonanotte.
Silenzio, 20 secondi
Lui: Mmhh, vero. Pausa. Vabbè, domani. Pausa
Lei: Ghhhh. Russando. Ghhhhh. Cosa domani?
Lui: Ma no, niente, dai. Dormi dormi.
Lei: No, ma dimmi, che cosa?
Lui: No, è che pensavo che magari domani ci dovremmo riposare, un po’. Sai, altrimenti non ci riprendiamo più.
Lei: Appunto. Dormiamo adesso, così mi riprendo. Non ce la faccio più con questo ritmo.
Silenzio, 5 secondi
Lui: Hai ragione. Solo che…
Lei: Cosa? Cosa? (a bassa voce) maledizione…
Lui: No, è che pensavo a quanto ci siamo massacrati.
Lei: Eh già! Ma non può durare… un altro paio di anni e questi orari non li facciamo più.
Lui: Dici? Secondo me invece, peggiora con il passare degli anni.
Lei: Eh si, il fisico se ne va via, piano piano. Tu sei già negli enta, hi hi.
Lui: Si si, ridi ridi, che anche tu ormai quasi ci sei.
Lei: Ancora no, caro mio. Sono ancora una bimba.
Silenzio, 30 secondi
Lei: Cos’è, no comment?
Lui: No, è che pensavo, …, ma non volevi dormire?
Lei: Si però ora mi è passata. Sono sveglia. Uffa. Per colpa tua. Ora mi fai compagnia.
Lui: Ma io, …, sono quasi mezzo addormentato. Eppoi domani devo lavorare.
Lei: Bella scusa. Non vale.
Lui: Sorry. He he.
Lei: Comunque è stata una serata forte, vero?
Lui: Si.
Silenzio, 5 secondi
Lei: No dicevo, …, forte, no?
Lui: Si. Si. Peccato solo quando Giulia ha vomitato. No?
Lei: Ah vero! Mi ero dimenticata. Mamma mia, quanta. Che schifo.
Lui: E Francesco che ti stava pisciando adosso? Eh? Quasi quasi ti beccava!
Lei: Hi hi. Prima o poi, mi sa che mi frega.
Lui: Comunque forte, che siamo tutti e quattro a letto insieme, no?
Lei: Si si, mi piace, tanto. Non pensavo. Invece è bello.
Lui: Si anche a me. Mi piace chiacchierare con te, mentre mi abbraccio la Giulia.
Lei: No dai. Invece, lo senti Francesco che russa qua accanto?
Lui: Anche Giulia. Ascolta.
Giulia: Ghhhh.
Francesco: Ghhhh.
Lei: Che carini che sono.
Lui: Si, davvero. Mi mancheranno quando non potremo più dormire insieme
Lei: Anche a me. Tanto, già lo so.
Lui: Vabbè dai, dormiamo adesso.
Lei: Ok. Buonanotte amore.
Lui: Buonanotte tesoro.
Lei: Ah! Prima che mi dimentico.
Lui: Che cosa?
Lei: Domani mattina li devo accompagnare io, i ragazzi?
Lui: Si certo, io esco prestissimo. Devo prendere il treno delle 6.00.
Lei: A che ora?
Lui: Giulia ha l’asilo alle 8.30; Francesco invece può entrare al nido tra le 8.00 e le 9.00.
Lei: Ok. Notte.
Lui: Notte.
Silenzio, 5 secondi
Giulia: Ghhhh.
Francesco: Ghhhh.

Give me Your 2 çents / Dimmi che ne pensi

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s